7 Aprile 2020 - Dal 1° ottobre 2017, scritti quotidiani di Sergio Bianco.

Alchimia: dal piombo all’arancia della conca d’Oro

 

arancia-logogenesi

 

Illusoriamente,
hanno costruito un mondo
di amicizia, felicità,
gioia di stare insieme.
Un mondo di ragazzi e ragazze
in attrazione magnetica.
Musica intorno al fuoco,
magica atmosfera,
coro di controvoci
e fiammelle nel buio
a formare un albero di Natale.
Connesso a questo mondo
hanno pubblicizzato
un prodotto utile
per disincrostare i lucchetti
dalla ruggine.
Due sorsi versati
sul lucchetto arrugginito
dopo un lungo inverno all’aperto
e…CLICK!
Il lucchetto si apre all’istante.

È vero:
il prodotto funziona egregiamente
ma cosa c’entra l’amicizia?
Cosa c’entrano quei Valori?
Cosa c’entra quel mondo?

Prendiamo l’arancia della Conca d’Oro.
In questo Nome aureo
comprendo i mandarini della Calabria,
le pesche di Volpedo
l’uva della Puglia,
le olive taggiasche
e tutte le meraviglie naturali
della nostra Italia.

Veramente.
Immaginiamo film, video,
fotografie, progetti d’arte,
immagini emozionali
scenari energetici
che promuovono l’arancia
abbinata a belle persone,
ai valori positivi
di cui ho parlato prima:
amicizia, gioia, felicità,
naturalezza, semplicità,
fratellanza, amore.

Nessun invito diretto a comprare
ma un invito chiaro
a godere di questo frutto:
l’arancia.
L’irresistibile arancia.
Pura, da sbucciare,
da cogliere, da godere.

Da qui,
dall’arancia della Conca d’Oro,
tutte le connessioni reticolari
al territorio, alla cultura, alla storia,
alla tradizione e all’arte.
Un progetto applicato con coerenza,
impegno, talento e arte
che porta a un risultato
scontato e trionfante:
spremute di arancia in tutti i bar
e in tutti i nuovi musei
(gli spazi aperti delle muse)
e disincrostante per lucchetti
in tutti i ferramenta.

Ogni cosa al posto giusto
nella mutazione alchemica
dal piombo
all’arancia della conca d’Oro.

Così, nella visione del Metodo Logogenesi,
si costruisce un’Impresa,
con la coerenza e la corrispondenza
tra visione eterna, intenzione,
valori e prodotto.

Naturalmente occorre svegliarsi presto
per ammirare alberibelli.

Sergio Bianco, Logogenesi

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *