6 Novembre 2019 - Dal 1° ottobre 2017, scritti quotidiani di Sergio Bianco.

Amare. Una parola dal doppio senso unico.

 

Canepa1862-dolcezza

 

Il Caffè Pasticceria Canepa 1862
è un locale storico nel cuore di Rapallo.
Qui, i Maestri Pasticceri,
in armonia con la tradizionale ricetta,
creano i cubeletti,
dolci tipici di pasta frolla
ripieni con confettura di mele cotogne.

All’interno di questo caffè-laboratorio,
i cui segreti sono sulla bocca di tutti,
la protagonista è la dolcezza.
Una dolcezza creata ad arte,
allineando amore,
ingredienti genuini e conoscenza.

Nella parte superiore
degli scaffali in legno
appaiono sottili ed eleganti strisce di vetro scuro
che riportano, a foglia d’oro,
testimonianze poetiche di dolcezza.

Chiare, fresche e dolci acque. Petrarca.
Ti dirò come sia dolce il mistero. D’Annunzio.
La dolcezza che incanta. Baudelaire.
Concerto per flauto dolce. Vivaldi.
E il naufragar m’è dolce. Leopardi.
La dolcezza del sonno. Pavese.
Una dolcezza al core. Dante.
La dolcezza continuerà a esistere. Neruda.
La dolce vita. Fellini.

La dolcezza sfiora i sensi
e genera un’estasi compiaciuta
dal piacevole all’appassionato.
Nella giusta misura,
la dolcezza ti allarga la vita.

Concludo con un consiglio.
Se passate da Rapallo per un caffè,
niente zucchero, mi raccomando.
Petrarca, D’Annunzio, Baudelaire, Vivaldi,
Leopardi, Pavese, Dante, Neruda e,
dulcis in fundo, Fellini,
vedendovi, dall’alto,
con la bustina dello zucchero in mano,
potrebbero non approvare la vostra scelta
e cambiare magicamente la loro poesia
in un commento colorito.

Il rito da intenditore, infatti,
suggerisce di unire l’amaro forte
e naturale del caffè

con un dolce dei maestri Pasticceri :
un cubeletto oppure un sollucchero…
Amaro e dolce si compenetrano così
senza compromessi,
mantenendo l’integrità
della loro essenza sensoriale.

Amare.
Un parola dal doppio senso unico.

Sergio Bianco, Logogenesi

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *