Scritti di Sergio Bianco nel dominio dei Simboli.

Cupole geodetiche di Graziotti: la Via della Bellezza.

 

cupole-geodetiche-Graziotti-Bellezza

 

Nella prefazione del libro Logogenesi”
appaiono queste parole:

La bellezza è la via maestra.
Quando vince non ci sono sconfitti.
È assoluta e al tempo stesso fragile.
L’intenzione di Logogenesi
è dare nuova luce a questa via.
Con conoscenza e amore,
svelare alcuni segreti,
condividere informazioni
per creare quella bellezza
che può salvare il mondo.

 

Oggi la mia bicchetta magica
è andata a curiosare
nelle pagine di un libro
che ho appena comprato:
“Le cupole Geodetiche”
di Adriano Graziotti, (1912-2000).

Nella presentazione di Claudio Lanzi
appaiono queste parole:

“La via della geometria e della matematica
è la Via della Bellezza.
È la discriminante che Platone indicava
come ammissione nella sua scuola
e per qualsiasi seria ricerca filosofica.”
Queste sono le parole
con cui Adriano Graziotti
iniziava le sue lezioni
all’università di San Francisco
e in tutte le altre scuole
in cui fu amato docente.

Approfondiremo il tema
delle cupole geodetiche
nei prossimi articoli.
Nel frattempo, se volete,
osservate un pallone da calcio in cuoio,
vecchio stile,
quello con esagoni bianchi e pentagoni neri,
oppure andate in birreria
e osservate la conformazione
delle bolle di schiuma della birra.

C’è leggerezza nella ricerca,
c’è profondità nel gioco.

Sergio Bianco, Logogenesi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.