24 Novembre 2017 - Dal 1° ottobre 2017, scritti quotidiani di Sergio Bianco.

Il diapason e la vibrazione del Perillà

 

Diapason la vibrazione del perillà

 

Con gioia presento il Logo
creato nel 2017 insieme a Fabio Zancanella
per l’Osteria Perillà di Rocca d’Orcia
che ha conquistato di recente la Stella Michelin.
Il Simbolo “QUI”, visualizzato a fianco
e declinato con diverse definizioni,
identifica i prodotti d’eccellenza
dell’attiguo Podere Forte.

Il diapason, grazie alla vibrazione del LA,
crea il perfetto accordo tra gli strumenti musicali.
“Tre cerchi” è letteralmente il Nome dell’Impresa madre:
sono tre i cerchi che irradiano con spessore crescente
come onde fluide e sonore, nel cuore del Simbolo.
Il diapason regola e disciplina armonia ed equilibrio
delle tre dimensioni circolari elette a rappresentare

la Natura,
l’uomo
e l’Arte della Cucina.

Il diapason è aperto verso destra, il futuro
e orientato verso l’alto a indicare ciò che è oltre,
quella via dell’eccellenza espressa dal Nome stesso:
PER-IL-LÀ.

L’estremità inferiore del diapason,
è il punto che,
a contatto con il legno degli strumenti,
amplifica il proprio suono.
Quel punto ha forma di mandorla sacra,
icona del Podere Forte di Rocca d’Orcia.
Qui l’Osteria Perillà attinge olio e vino
e coglie la freschezza delle primizie
e la fragranza delle materie prime
per la propria cucina.
La tipica curvatura della mandorla sacra
è anche presente nella biforcazione del diapason
e nella parte interna dell’accento di Perillà.
Il Lettering è disegnato su misura
e costituisce insieme al Simbolo
un patrimonio esclusivo dell’Impresa.

Non resta altro che recarsi subito a Rocca D’Orcia
a scoprire la vibrazione dal vivo,
la Natura da sogno,
la bontà delle materie prime
e i segreti dello chef Marcello Corrado.

Restate connessi ma non troppo, appunto…

Sergio Bianco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *