Scritti di Sergio Bianco nel dominio dei Simboli.

protezione-civile

Il simbolo che non protegge la protezione civile

Il Simbolo internazionale della Protezione Civile è un triangolo equilatero con punta rivolta verso l’alto inserito all’interno di un quadrato.

Continua a leggere »



gemma-logogenesi

Natura della gemma e concentrazione della magia

Il nuovo Simbolo, creato con Metodo Logogenesi, impresso in argento a caldo sul dorso di un libro rosso.

Continua a leggere »



bottone-gnoli-logogenesi

Il bottone di Domenico Gnoli per filo e per segno

Nell’arte della vela esiste una tecnica nell’avvolgere le cime in modo visivamente impeccabile e praticamente utile.

Continua a leggere »



anitaekberg-dolcevita-logogenesi

La dolce Vita e la simbologia del gatto bianco

La scena-capolavoro del film La Dolce Vita di Fellini, culmina con il bagno di Anita Ekberg nella Fontana di Trevi.

Continua a leggere »



guadami-logogenesi

Il guado del fiume. Vedere, contemplare, traguardare

Guardare significa volgere lo sguardo, filmare con la telecamera degli occhi una scena presente in natura, nel quotidiano o in qualsiasi circostanza della vita.

Continua a leggere »



Excalibur-Logogenesi

Il Simbolo quadrato sulla lama di Excalibur

Mi piace pensare che Excalibur, la mitica spada di re Artù, avesse un Simbolo: un minuscolo quadrato, lato dodici millimetri,
inciso nella lama.

Continua a leggere »



Dimgroup-logogenesi

Ritmo cadenzato e direzione vettoriale del Logo

Dim Group irradia cavi o tubi sotterranei mantenendo l’integrità superficiale del territorio.

Continua a leggere »



CarloMagno-Logogenesi

Carlo Magno, l’Anestesia e il Tappeto Volante

Very Normal People. Suona così il motto di una radio. Tralasciando i VIP e le fasce altolocate del potere, si può constatare che…

Continua a leggere »



Rumi-Logogenesi

Rumi. La costruzione della saggezza e del simbolo

Rumi è un maestro spirituale persiano vissuto nel tredicesimo secolo.

Continua a leggere »



Brancusi-Satie

1921. Satie incontra Brancusi che incontra Satie.

La musica di Satie è contemplativa e vive di note essenziali. Il genio del compositore si rivela anche nel Nome che identifica la sua creazione più significativa: Gymnopedie.

Continua a leggere »