Scritti di Sergio Bianco nel dominio dei Simboli.

Panoramix-metodo-Logogenesi

La foresta del Druido e l’allineamento dei dodici codici.

I dodici codici della Logogenesi interagiscono come gli ingredienti di una pozione magica. Avete presente Panoramix il Druido?

Continua a leggere »



cacciavite-stella-Logogenesi

Molteplici funzioni del cacciavite a stella.

Se hai un desiderio che brilla come un astro splendente, il modo per raggiungerlo è avere lo strumento idoneo: il cacciavite a stella.

Continua a leggere »



ape-simbologia

Valore simbolico dell’ape e identità visiva.

Einstein ha osservato che, se l’ape scomparisse dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita.

Continua a leggere »



Zorro-simbolo-logogenesi

Il segno di Zorro. Nome, Simbolo e riproducibilità.

Nella foto è visualizzata la pancia Boteriana del sergente Garcia, appena griffata dalla Z di Zorro.

Continua a leggere »



sei-cappelli-per-pensare

Edward De Bono. Sei Cappelli per pensare.

A volte la discussione è una perdita di tempo. Questo accade quando ogni persona difende la propria visione con rigida caparbietà

Continua a leggere »



quilmed-logogenesi

La lettera Q e la coincidenza dei cerchi.

La prima lettera Q fuoriesce in modo dinamico dal cerchio del simbolo e forma quattro campiture che comprendono idealmente il sole e la luna.

Continua a leggere »



merula-logogenesi

L’AMIRE SI FA. Mondo virtuale e strumenti musicali dal vivo.

Nel 1939, prima di pubblicare “Il Piccolo Principe, Saint Exupery scrive il libro  “Terra degli uomini”.

Continua a leggere »



ape-logogenesi

L’Ape di Carletto, portalettere e maestro di vita.

Una lettera per dire che è cambiata una lettera.

Continua a leggere »



Il Logo. Proposta unica allineata in dodici codici.

Su trecento milioni di spermatozoi, uno solo arriva a fecondare la cellula-uovo: questa possibilità irripetibile è il miracolo della vita.

Continua a leggere »



pettine-tempio

Pettine e tempio. La scuola dell’immaginario.

Per accedere alla scuola dell’immaginario occorre la luce radente del sole e un pettine di tartaruga.

Continua a leggere »