Scritti di Sergio Bianco nel dominio dei Simboli.

PHI. Fibonacci scultore estrae la sezione aurea dal vento.

 

PHI-fibonacci-zephirum

 

PHI è la ventunesima lettera
dell’alfabeto greco.

Nella sua forma minuscola
il segno PHI
è utilizzato come simbolo della sezione aurea.
PHI , infatti, è iniziale del nome greco Fidia,
scultore e architetto ateniese
vissuto tra il 490 e il 430 a.C.
Fidia utilizzò la divina proporzione
nei rapporti armonici delle sue opere.

La parola filosofia (Philosophia)
inizia con PHI.
Filosofia significa “Amore di Conoscenza”.

L’articolo pubblicato ieri
è concentrato sullo Zephirum,
lo zero utilizzato da matematici indiani e arabi
e introdotto in Europa
da Leonardo Fibonacci.
I numeri da uno a nove,
innescati dallo zero,
sono in grado di generare numeri infiniti.
Lo zero, vuoto e immateriale,
era pertanto chiamato Zephirum,
il vento leggero.
Mi piace pensare a Fibonacci
come se fosse Michelangelo o Fidia.
Lo scultore estrae dal blocco di marmo
la forma pura già presente in Natura.
Fibonacci, scultore ideale,
per arrivare alle zero
estrae dal vento, dallo zephirum,
il PHI, la dimensione aurea presente in Natura
trovando la formula numerica
per poterla comprendere e applicare.

Studio della Natura e applicazione,
allineamento tra amore e conoscenza:
così funziona il Metodo Logogenesi.

Sergio Bianco. Logogenesi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.