Dal 1° ottobre 2017, scritti quotidiani di Sergio Bianco.

Restyling del Logo. Oltre la chirurgia estetica.

 

restyling-logo-logogenesi

 

Nel libro ” I codici della Logogenesi“,
Fabio Zancanella traccia una similitudine
tra chirurgia estetica e restyling del Logo.
Ecco il suo pensiero.

“La chirurgia estetica interviene, a volte,
come rimedio a disagi funzionali.
Altre volte migliora l’aspetto
che una persona non accetta più.
Alcuni, invece, stanno bene con i loro difetti
e ne fanno perfino il loro cavallo di battaglia.
Logogenesi, nel restyling,
non agisce soltanto
come un chirurgo estetico altamente specializzato
ma collega la sua azione
alla profondità dell’essere.
Rende bello fuori agendo dentro.
Come le terapie per l’organismo umano che,
migliorando l’interno, permettono un netto
e visibile miglioramento esterno.
Il restyling è quindi un processo
che parte dalla comprensione
dell’organismo interno dell’Impresa.
Questa è la base profonda dell’intervento
e ovviamente, quando si opera,
si correggono errori disarmonici
del simbolo esterno.
Si ottiene così,
con variazioni a volte minime,
il pieno raggiungimento
delle potenzialità dell’Impresa.”

Il restyling del Logo, aggiungo io,
passa attraverso l’analisi
dei dodici codici della Logogenesi
fino a ottenere l’allineamento dei codici stessi.
Dal punto di vista puramente grafico,
il Logo viene elaborato
in modo che risulti più incisivo
e riproducibile con qualsiasi tecnica di stampa.
Il restyling, a seconda delle necessità,
può essere più o meno innovativo.
Dal semplice ritocco o pulizia del Marchio,
si passa a soluzioni più radicali
che ne mantengono la riconoscibilità
e le caratteristiche distintive.

L’Impresa acquista così nuova forza
grazie a un cambio evolutivo potenziante.

Piccole e grandi Imprese
hanno ristrutturato il proprio Logo
nel corso degli anni:
conservando l’identità della propria immagine
l’hanno resa attuale e vincente.

Qualcuno sentirà la mancanza
del vecchio marchio depotenziante?

Nella prima lettera ai Corinzi,
San Paolo risponde così:

«Quando verrà ciò che è perfetto,
l’imperfetto scomparirà».

Sergio Bianco, Logogenesi, 313/480

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *