Dal 1° ottobre 2017, scritti quotidiani di Sergio Bianco.

Simboli e modi di dire: vedere i sorci verdi.

 

sorci-verdi-simbologia

 

Inizia tutto con un Simbolo.
Nel 1936,
la duecentocinquesima squadriglia
della Regia Aeronautica,
decide di adottare come stemma
una simbologia particolare:
tre sorci verdi.

È la prima squadra
a volare su aeroplani trimotore.
Tre, quindi, è il numero chiave.
Il verde, riferito a un topo,
è la rottura degli schemi mentali
ed esprime un fenomeno
mai visto.
La squadra. infatti. si allinea
alla straordinarietà del Simbolo
e si rivela vincente
conquistando trofei di volo
in diverse competizioni internazionali.

Il Simbolo dei sorci verdi,
dipinto sulla carlinga
del Savoia Marchetti SM79,
viene in seguito utilizzato
da tutto il dodicesimo Stormo
di cui la squadriglia 205 è parte.

Le imprese dei piloti italiani
sono esaltate dalla propaganda
e dal pensiero dominante dell’epoca.

In seguito, purtroppo,
gli aerei vengono utilizzati
per missioni belliche di bombardamento.
L’espressione “vedere i sorci verdi
si rifersce quindi
alla visione drammatica
del simbolo che appare sulla fusoliera,
un segno che prelude la tempesta di fuoco,
un simbolo che non lascia scampo.

Sabato prossimo,
per questioni di falso marketing
e per prove tecniche di disgregazione dei valori,
i tifosi della nazionale italiana di calcio,
sostenitori degli azzurri,
saranno  costretti a vedere i sorci verdi.

Ho un sogno e magari non sono il solo.

Il grande rifiuto da parte dei nostri giocatori
di indossare una irrispettosa maglia verde
al posto della gloriosa divisa azzurra
entrerebbe negli annali del calcio
ed entrerebbe nel cuore di ogni italiano.

Sergio Bianco, Logogenesi

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *