Dal 1° ottobre 2017, scritti quotidiani di Sergio Bianco.

Sincronismo e sincronicità. Tempi e fenomeni coincidenti

 

sincronismo-sincronicità-logogenesi

 

Il sincronismo è connesso al Tempo.
Nel mondo dell’orologeria,
il sincronismo è la perfezione
di ingranaggi sofisticati
che misurano, scandiscono e celebrano
lo scorrere della vita.

Nel cinema il sincronismo
è la puntuale corrispondenza
tra il suono e l’immagine.

Nella danza, il sincronismo
è l’armonia con ritmo e musica.

Nella ginnastica di squadra,
il sincronismo è la capacità di svolgere
in contemporanea determinati movimenti.

In Amore, il sincronismo
è il pensiero contemporaneo.

In Natura, il sincronismo
è rappresentato dall’Anima Gruppo:
esseri del cielo o del mare
che si muovono all’unisono
come se fossero un corpo solo.

E la sincronicità?

La sincronicità, secondo Jung,
è il nesso tra due eventi
che avvengono contemporaneamente,
in modo apparentemente casuale,
ma con la potenzialtà di interferire
uno con l’altro.
Così mi ha spiegato Fabio Zancanella.

Nella mia visione, la sincronicità,
oltre che al Tempo,
è connessa alla consapevolezza.
Infatti, se non ti accorgi e decifri
l’evento sincronico improvviso,
lo stesso evento, ovvero il segnale universale,
cade nel vuoto.

Per tale motivo,
grazie a questa unione fatale
tra presenza consapevole e casualità,
mi piace pensare che la sincronicità
sia una delle gioie della vita.
Più che una gioia, quasi un miracolo.

Infatti, quando la sincronicità si manifesta
nella sua semplice e improvvisa freschezza,
è come se l’universo fosse con te
e tu, in quell’attimo, sei al suo centro.

Paulo Coelho, nel libro “L’Alchimista”
esprime tale idea con queste parole:
“Quando segui la tua leggenda personale,
l’universo cospira
affinchè tu possa realizzarla.”

Vero.

L’articolo di oggi
non è solo basato sulla sottile differenza
tra sincronismo e sincronicità.
L’articolo si incentra soprattutto
sull’Attenzione necessaria
per decifrare i fenomeni sincronici.

Occorre allenamento.

Il metodo Logogenesi
si basa sull’ascolto,
sull’allineamento di dodici codici
e su una particolare Attenzione
riguardo agli eventi sincronici.

Di conseguenza,
Logogenesi abbraccia arte, scienza,
conoscenza e un pizzico di Magia.
Come scrive il Prof. Vittorio Sgarbi,
nella presentazione del libro
“I codici della Logogenesi”,
“Logogenesi è un mistero
gelosamente carpito alla Natura.”

Sergio Bianco, Logogenesi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *