17 Marzo 2020 - Dal 1° ottobre 2017, scritti quotidiani di Sergio Bianco.

Yoga. Sul tappeto della pratica, un mondo da esplorare

 

spazioshanti-logogenesi

 

Le pratiche di rilassamento
e di meditazione
possono essere di grande aiuto
per persone di ogni età.

Ora,
in questi giorni di emergenza,
è possibile avvicinarsi
a questo mondo
seguendo comode e semplici
pratiche online.
Nel rispetto
delle magnifiche persone
che stanno operando
in prima linea
per il bene di tutti noi,
Vi invito quindi
a uscire esclusivamente dentro:
sul tappeto personale della pratica
c’è un mondo da esplorare.

Ora mi concentro su Logogenesi.

Il Simbolo che presento
è costituito dalla doppia S
iniziale e distintiva di SPAZIO SHANTI.

Le due lettere si intersecano
in senso orizzontale,
come onde fluenti e impulsi di energia.

Nella pratica yoga, infatti,
alcuni esercizi
si sviluppano da terra,
equilibrando dinamica e rilassamento,
movimento e concentrazione.

Le onde delle S
si compenetrano con i cerchi concentrici,
segno di origine ed espansione.

In tutte le culture,
il cerchio è Simbolo di perfezione.
Il cerchio è la O iniziale di OM,
il suono della creazione.

Il nostro cerchio
è bilanciato dal quadrato,
espresso unicamente
nella sua linea di base.

Si genera quindi un Simbolo stabile,
solido, affidabile e,
al tempo stesso,
aperto verso l’alto,
in sintonia con l’espandersi
dei cerchi concentrici.

La base orizzontale
è il semplice tappeto personale
della pratica:
sopra c’è un mondo da esplorare.

Il nostro simbolo,
con le sue onde concentriche,
evoca la vibrazione del gong.

Nel suo insieme, ricorda l’OMEGA,
ultima lettera dell’alfabeto greco.

OMEGA è il compimento,
l’obiettivo finale, la realizzazione.

Il Simbolo evoca, inoltre,
la partitura armonica
presente nell’iconografia yin-yang.

Il tratto grafico,
calibra l’equilibrio
tra positivo e negativo,
tra pieno e vuoto.

Al centro del Simbolo
si staglia lo spazio
inclinato a 45 gradi verso l’alto.
È questo il fulcro visivo
nel quale si concentrano
sguardo e attenzione.

Il lettering SPAZIO SHANTI
è disposto su due righe
della stessa misura di base.
Il carattere lineare
è disegnato in modo sartoriale
fino a creare,
nella sua essenziale semplicità,
un’impronta unica ed esclusiva.

Le due iniziali
ricalcano esattamente le due S
presenti nel Simbolo.
La grazia orizzontale
della Z e della T
riprendono la grazia
al centro del Simbolo.

Il simbolo
si presta a essere realizzato
in forma di prezioso oggetto
tridimensionale
o di scultura
traguardata dalla luce naturale.

Sergio Bianco Logogenesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *