Scritti di Sergio Bianco nel dominio dei Simboli.

Cavalcare tra sabbia e cielo, dolore o gioia.

 

Gorgoni-Lichtenstein

 

Il 12 settembre 2019 si è spento a New York
il fotografo Gianfranco Gorgoni.
Nato all’Aquila nel 1961,
Gorgoni si trasferisce a New York
prima dei vent’anni.
Lavora inizialmente
come assistente fotografo di Leo Castelli.
La sua opera di fotografo
è raccolta nel libro
Beyond the Canvas –
Artists of the Seventies and Eighties,
Rizzoli-New York editore.
In questa raccolta di immagini
presenta significative foto di artisti
entrando in connessione
con la loro vita intima e privata.

La foto dell’articolo l’ha scattata lui,
Gianfranco Gorgoni, nel 1973.

In primo piano c’è il cane dell’artista.
Lo segue al galoppo il cavallo dell’artista.
In groppa c’è l’artista
che corrisponde al Nome di Roy Lichtenstein,
celebre esponente della Pop Art.

È una foto magica
perchè coglie un momento di libertà,
una cavalcata sulla spiaggia.
La libertà è sempre limitata
dalla presenza di che la ritrae.
Il valore del fotografo è essere presente
senza interferire sulla naturalezza dell’insieme.
Essere presente e invisibile allo stesso tempo.

Dov’era Gorgoni quando ha scattato questa foto?
Era coi piedi per terra, al traguardo,
ad attendere il passaggio del suo obiettivo?

Mi piace pensare ad una soluzione diversa
da questa possibilità così scontata.

Mi piace pensare ad una cavalcata insieme,
fianco a fianco, lui e Roy,
a briglia sciolta,
quando il fotografo
rivela la sua professionale follia
di non abbandonare mai la macchina fotografica,
neanche per un istante,
neppure per una comprensibile comodità,
nemmeno in un momento di libertà spensierata.

Il fotografo, lo scrittore, il creatore di simboli,
e coloro che vivono il Mestiere a tempo pieno,
vivono con una leggera e magnifica sofferenza:
cercare ovunque la soluzione,
non abbandonare mai la ricerca
di immagini, di parole, di segni…
Loro non smarriscono mai quella concentrazione
connessa con il caso sincronico,
quando attendono al varco l’idea giusta
o mentre cavalcano tra sabbia e cielo,
nel dolore o nella gioia.

Sergio Bianco, Logogenesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.