Scritti di Sergio Bianco nel dominio dei Simboli.

Leo Lionni. Concreto significato del punto astratto.

 

Lionni

 

Con grande gioia pubblico l’articolo
di un mio formidabile consigliere,
collaboratore, complice
e conoscitore del metodo Logogenesi
dallo scorso millennio.
Grazie.

Sergio Bianco

 

Piccolo Blu e Piccolo Giallo
è una storia per bambini,
la storia di due amici,
due pezzi strappati di carta colorata.

Le illustrazioni della storia,
i suoi protagonisti,
 sono figure astratte.

Eppure il significato è concreto.

I bambini lo capiscono subito.

Quelle illustrazioni astratte
raccontano perfettamente la storia
e anche i genitori più ingrigiti
capiscono il significato
di quelle macchie colorate.

L’autore è quel geniaccio di Leo Lionni,
uno simile solo a se stesso.

La sua autobiografia,
“Tra i Miei Mondi”, è illuminante.

Proprio in quelle pagine
racconta un esperimento
che lo ha condotto
alla padronanza del segno
che rende le illustrazioni
di Piccolo Blu e Piccolo Giallo così efficaci:

Tagliava rettangoli di carta,
della dimensioni di circa 5 x 7.5 cm
e li disponeva sparsi
sul suo tavolo da disegno.

Chiudeva gli occhi
e colpiva casualmente i rettangoli
con una matita appuntita.

Poi riapriva gli occhi
e osservava attentamente i cartoncini.

Alcuni avevano un solo puntino,
altri due, tre o anche di più.

Ogni cartoncino
trasmetteva una sensazione,
un messaggio, un’emozione.

Un puntino al centro
poteva evocare
autorevolezza e stabilità.

Un puntino vicino ad un angolo,
imbarazzo, timore o dinamismo.

L’esperimento insegna
che ogni combinazione di punti,
anche se casuale e realizzata ad occhi chiusi,
racchiude un messaggio.

L’insegnamento è prezioso
nel mondo del Logo d’Impresa:

Il Logo racchiude sempre un messaggio.
Anche il Logo fatto “ad occhi chiusi”.

Ve lo immaginate
il Logo che procede ad occhi chiusi?
Dove potrà condurre l’Impresa?

Inoltre il Logo
trasmette il messaggio in continuazione.

Come una radio che non puoi spegnere
e non ci sono pulsanti per abbassare il volume.

Scegliere di non comunicare nulla
attraverso il Logo è impossibile.

Così come non esistono parole che non suonano,
non esiste Logo che non comunica.

Allora, l’unica soluzione
è avere cura che il Logo
sia progettato in modo da comunicare
in modo efficace 
il messaggio desiderato.

Questa è la missione del metodo Logogenesi.

Essere sicuri che il Logo
valorizzi veramente la tua Impresa.

Il Logo non procede bendato.
Il Logo è la bussola che guida e orienta
indicando chiaramente
Visione e Valori dell’Impresa.

Francesco Bianco
Design del prodotto.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *