Scritti di Sergio Bianco nel dominio dei Simboli.

Marija Gimbutas. Il linguaggio della Dea.

Gimbutas-logogenesi

 

Oggi vi segnalo un libro
di Marija Gimbutas.
Si intitola
“Il linguaggio della Dea.”

Me l’ha suggerito
una persona straordinaria
affermando che
il libro è straordinario.

Così in virtù
del passaparola,
metodo puro e spontaneo
grazie al quale,
dal primo marchio,
ne ho creati tanti altri,
ho ordinato al volo questo libro.
che è arrivato subito col corriere.

L’ho sfogliato
con lettura diagonale
e, grazie al teorema di Pitagora
e sulla base della mia esperienza
superficiale,
ho intuito che il volume,
ricco di disegni, foto, mappe
e sostanza letteraria
e scientifica,
è davvero straordinario.

È un’opera
connessa al mondo dei Simboli
e quindi a Logogenesi,
soprattutto riguardo
alla sincronicità
e ai segni primordiali
presenti da sempre nella mente
e nel cuore delle persone.

Marija Gimbutas (1921-1994)
ha coniato il termine
“archeomitologia”,
un neologismo che indica
un metodo interdisciplinare
che connette
il mondo dell’archeologia
con il mito,
gli eventi storici
con le espressioni etniche.

Nel retro del libro
appare questa frase:

“La pietra miliare
dell’archeomitologia,
che riporta alla luce
la civiltà pacifica
dell’europa antica
e i simboli della Dea,
prima della nascita
delle religioni patriarcali.”

Il primo spostamento in treno,
Marija Gimbutas viaggerà con me.

Nei cartelli blu delle stazioni,
prima di Roma Termini,
appariranno in bianco questi titoli:

V come Simboli della Dea Uccello.
Zig zag e segno della M.
Meandro e uccelli acquatici.
I seni della Dea uccello.
Corsi d’acqua.
Gli occhi della Dea.
Il motivo della rete.
La potenza del tre.
Vulva e nascita.
Cerva e orsa.
Il serpente.
La madre terra.
La potenza del due.
Simboli di morte e colonne di vita.
La vulva rigeneratrice:
triangolo e clessidra.
La nave del rinnovamento.
Rana, porcospino, pesce.
Toro, ape, farfalla.
Spirale e ciclo lunare.
Spirali opposte e vortici.
Pietre erette e cerchi.

cerchi, cerchi, cerchi

Che viaggio!
Avrò  un’infinità di cose da imparare.

Sergio Bianco #logogenesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *