16 Gennaio 2018 - Dal 1° ottobre 2017, scritti quotidiani di Sergio Bianco.

Naming. Il Nome dell’Impresa vibra nell’aria.

 

Nomen Omen

 

 

Il Nome dell’Impresa è determinante
perché trasmette e consacra in modo diretto
e immediato i suoi Valori più alti.

Diversamente, se scelto in modo affrettato,
sminuisce e depotenzia lo sviluppo e la crescita.

La forza di un Nome è connessa a molteplici fattori:
l’originalità, la chiarezza,
la facilità di pronuncia,
l’aspetto visivo delle lettere che lo compongono,
(ascendenti, discendenti, capovolgibili e immutabili).

È importante il signicato
nelle diverse lingue e culture,
la piacevolezza del suono, la coerenza,
la sintesi, la capacità di essere ricordato.

Il Nome vibra nell’aria
e genera impulsi emotivi ed empatici
che sempre governano le nostre scelte.

Il Nome vincente è una parola inventata,
un termine nuovo,
variato in modo opportuno,
oppure è l’unione di più parole
forgiate su misura
in modo da evocare lo spirito dell’Impresa.

Oppure è un termine utilizzato in un contesto
completamente diverso dal consueto:
Liquore Strega, ad esempio.

Il Nome dev’essere libero,
come marchio registrato,
nelle classi merceologiche
in cui l’Impresa opera
e, come dominio, in tutte le estensioni del mondo.

Nomen omen, dicevano i latini.
Significa che nel Nome
è racchiuso il nostro destino.

La ricerca del Naming riguarda l’Impresa
intesa come azienda, come prodotto
e come singola persona.

 

Domani perleremo della Signora Scicolone.
Si sa chi sia oppure s’ignora?

 

Sergio Bianco

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *